Home » comune, comunicati

LE STRANE RISORSE DELLA POLITICA

Written By: raffo on settembre 24, 2010 No Comment

giovanni-migliore

Mi piacerebbe poter dire in qualche mia considerazione o analisi politica che cominciano ad intravedersi timidi segnali d’una politica che tende ad una sua riabilitazione, dopo innumerevoli atti d’accusa provenienti dalla società civile, il più delle volte legittime e fondate e ciononostante destinate a quanto pare a non incidere minimamente sulla dura scorza di politici ed amministratori, determinati a voler andare avanti secondo logiche perverse nella gestione della cosa pubblica.

PURTROPPO NON E’ COSI’!

Un’etica politica e gestionale di chi ha responsabilità pubbliche, imporrebbe un’equità decisionale libera da opportunismi politici in termini di consenso o di riempire quella mangiatoia di voti che prima o poi serviranno a determinare il successo politico dei singoli pretendenti al trono o al potere.

Tali episodi, frequenti e molto spesso inspiegabili, danno luogo a palesi contraddizioni tra i buoni propositi espressi per l’ottenimento del consenso popolare ed i reali comportamenti, volti invece alla concessione del favore, soprassedendo spesso a quella linearità che dovrebbe caratterizzare sempre l’operato del pubblico amministratore.

Talvolta, non si tratta d’illeciti o di atti illegali, ma di decisioni che confliggono con la corretta visione nella gestione d’un territorio da salvaguardare o da lasciare non violentato alle future generazioni, si tratterebbe di capire per semplice buonsenso che un territorio armonioso e non cementificato vale molto più di migliaia di voti.

Ma questi discorsi semplici e condivisibili, non vengono recepiti da tanti amministratori, non perché siano degli stolti ma per una distorta concezione mirata solo al consenso politico clientelare.

La contraddizione che emerge è quella d’un divario netto tra le cose dette e quelle realizzate da questi signori e la negazione verso taluni, contraddetta con la concessione verso altri, evidentemente più opportuni per le loro potenzialità politiche.

Quale spiegazione logica, plausibile, dovrebbero darsi i cittadini di fronte a concessioni negate ad alcuni ed ottenute da altri ?

Certe decisioni sono riconducibili ad un radicale mutamento d’una visione politica nella gestione del territorio o piuttosto alla scelta di voler perseverare in una miope, opportunistica concezione di far politica ? Dicessero almeno da cosa traggono certe ispirazioni, evidentemente contraddittorie e certamente incomprensibili dalla maggior parte dei cittadini che invano, continuano a sperare nell’inaugurazione d’una politica più saggia e più attenta al rispetto della cosa pubblica.

Modica 24/09/2010                                                                Consigliere Comunale

Giovanni Migliore

>> Scarica ora stesso il tuo regalo Clicca qui per scaricarlo gratis <<

ModicaLiberata | Promuovi anche tu la tua pagina
Digg this!Add to del.icio.us!Stumble this!Add to Techorati!Share on Facebook!Seed Newsvine!Reddit!

Comments are closed.

  Copyright ©2009 ModicaLiberata, All rights reserved.| Powered by WordPress| Simple Indy theme by India Fascinates